Cerca

COSA FARE A BUDAPEST SE PIOVE? FAUST WINE CELLAR É LA RISPOSTA.

Vento e tempesta cadono incresciose sulla capitale Ungherese e vi state chiedendo cosa fare a Budapest? Se fate parte dei discepoli di Bacco non potete che considerare una salutare degustazione dal buon Gabor. Faust Wine Cellar è una garanzia in quel di Budapest ma non sarà facile scovare questa cella sotterranea. Siamo qui per accompagnarvi e invitarvi a bere i migliori vini d'Ungheria in uno dei locali più ricercati e raffinati di Budapest: Faust Wine Cellar.

Quest'angolo di Budapest non potrà certo mancare nella vostra lista delle "cose da vedere a Budapest"!



Come arrivare da Faust Wine Cellar


Se vi dicessimo di partire dalla Chiesa di San Mattia potremmo semplificarvi la vita? Molto probabilmente sì! E quindi con la facciata della chiesa alle vostre spalle proseguite verso destra. Vi troverete l'Hilton Hotel al vostro fianco. Entrate. E perchè vi facciamo entrare? Semplicemente per fare un pit-stop al bagno. Da Faust Wine Cellar non c'è nemmeno l'ombra di un vaso di maiolica e considerata la quantità indefinita di nettare divino che andrete ad ingerire vi consiglio di arrivarci "svuotati" di ogni liquido in eccesso. Niente paura. Non state facendo nulla di illegale. Vi è infatti un tacito accordo tra Gabor e il sig. Hilton per l'utilizzo della loro fossa biologica. Tornate fuori da questo luccicoso hotel e imboccate la prima stradina sulla vostra destra. Via Ibolya è l'ingresso nascosto per raggiungere Faust Wine Cellar. Scendete le scale fino a raggiungere il livello del seminterrato. Proseguite a destra per circa 20 metri e vi ritroverete all'ingresso del paradiso.


Da scettico italiano ti starai chiedendo:"E cosa posso bere in Ungheria?"


Almeno per una volta provate a non essere dei chiari esemplari di "patriottici italiani" fuori dal proprio

confine. Ma se siete su questa pagina dubito facciate parte di quella dilagante categoria... In parole semplici, affidatevi a Gabor nel percorso di degustazione! Ma se proprio proprio il vostro Ego non conosce limiti e misura potrete anche scegliere da soli con quali vini confrontarvi. 6 oppure 9 bicchieri accompagnati da qualche quadratino di Pogácsa (un tipo di focaccina salata ungherese). 6.500 HUF per la prima offerta, 8.500 HUF per la seconda.


"Una piccola mappa dell'Ungheria venne abbandonata sul tavolo insieme alla primo di quel numero indefinito di bicchieri.

Gabor mi strappò il biglietto di sola andata per paesaggi così lontani.

Un fischio nel vuoto e il nostro vagone partì verso il nord.


Regione di Eger. Vino rosso secco. Potente. Egri Bikavér.


Il sangue di toro di Eger e l'immediato rimando alla storia.

Siamo nel 1500.

Guerrieri Magiari brindando alla morte del nemico. Sbattono con forza brocche di vino dal colore sanguigno..."



Curiosi di conoscere la cruda conclusione di quest'epica leggenda?


Prima ossigenate il vino.

Percepitene la fatica, la storia e il suo passato.

Quindi un rotondo DOPPIO-CLICK SUL CALICE DI ROSSO e infine... non dimenticatevi di dedicare a Babelerrante uno dei tanti brindisi che farete nelle segrete di Faust Wine Cellar.



Quando prenotare per avere un posto in paradiso?


Ci sono solo cinque tavoli nella cella. CINQUE, hai letto bene! Vien da sé l'importanza di scrivere due righe per e-mail al sig. Gabor così da riservarvi un'asse di legno e due sedie. Siate provvidenti cittadini di Babele. Accaparratevi un tavolo da Faust Wine Cellar con almeno un mese di anticipo.

Eccovi la linea diretta per l'Eden del vino Ungherese: faustbor@enternet.hu.

Vi risponderà sua maestà Gabor e mi raccomando..non dimenticatevi di dirgli che vi mandano gli amici di Babele!

Considerate circa 2 ore per godere appieno delle spiegazioni di Gabor e dell'affascinante degustazione di vini che vi verrà proposta.

Rimbalzerete senza sosta tra un'angolo e l'altro di quella cartina che Gabor vi abbandonerà sul tavolo. Assaporerete sapori e tradizioni di piccole comunità Ungheresi.

Berrete vini ricercati di piccole cantine che producono nel rispetto dei loro secolari vitigni.

Vini che profumano natura. Sapori forti. Uve pure.



"Fuori è buio. I fasci di luce dei gialli lampioni provano a farsi spazio tra la nebbia.


Nebbia fitta. Quasi materica.

Vago per quei vicoli stretti.

Non ci sono volti sulla mia strada. Segui i ciottoli quadrati delle ordinate strade.

Osservo quelle case. Una al fianco dell'altra. Strette e poche finestre.


A dividerle un sol cambio di colore dell'intonaco.

Uova dipinte in quelle poche vetrine dalle luci spente e qualche pover'uomo dormiente su un cartone.


Davanti a me il Danubio.

Il grande specchio di questa città.

Acqua nera e profonda in cui perdersi e ritrovarsi..."




Cosa fare a Budapest dopo aver bevuto i migliori vini d'Ungheria?


Conclusa l'esperienza da Faust Wine Cellar (a seconda del vostro tasso alcolico) potrete girovagare per la città ammirando le sue bellezze in notturna o darvi il colpo di grazia dirigendovi verso i famosi Ruin Bar. Magari ecco con tutto quel vin nel corpo magari evitate le calde terme. Meglio una ventata di aria fresca tra i vicoli dalle luce gialle di Budapest.

- n.d.r. un giorno lontano, racconteremo ai più intimi come la Franci diede un colpo al capitalismo più estremo dopo aver bevuto vino ungherese per ore.

Ma quel giorno è per vostra fortuna ancora molto molto lontano.



Qualsiasi sia la vostra scelta fermatevi un momento nella piazza della chiesa di San Mattia.

Il bastione con le sue sette torri, le guglie gotiche e quelle luci gialle nel buio della notte vi lasceranno un indelebile ricordo della perla del Danubio.


Questo è solo un primo punto della nostra lista riguardante l'infinito capitolo del cosa vedere a Budapest.


E nella vostra personale lista del "cosa vedere a

Budapest" quale esperienza comanda la classifica?

Se vi va lasciate un piccolo appunto qui sotto così da aiutare altri viaggiatori a vivere le sfumature più nascoste della perla del Danubio.



0 visualizzazioni

BABELE ERRANTE™ - All Rights Reserved.